Cibo per cani e gatti con esigenze nutrizionali: i mangimi dietetici

Cibo per cani e gatti con esigenze nutrizionali: i mangimi dietetici

22/05/2021 Off Di Marco Gastaldi

Per i nostri amici a quattro zampe, come per noi, una corretta e sana alimentazione influenza non sono l’aspetto fisico, ma soprattutto il benessere. Gli animali che mangiano bene crescono in salute e vivono più a lungo. Oltre a numerosi altri benefici, anche per il sistema immunitario di cani e gatti è fondamentale un apporto vitamine, proteine ​​e carboidrati, adeguato alla razza, all’età, al sesso e allo stile di vita che conduce.

 

Lo stesso animale, infatti, avrà livelli di energia diversi a seconda della sua età: un cucciolo ha bisogno di un maggior apporto di calorie e grassi per crescere, a un animale più anziano invece serve meno energia e, spesso, una dieta specializzata. Ancora diversa e specifica deve essere l’alimentazione delle femmine in gravidanza o in allattamento.

 

L’alimentazione di cani e gatti deve essere messa in relazione anche con il loro stato di salute: un mangime specifico è, infatti, in grado di ritardare l’aggravarsi di una malattia o anche di trattarla. Per esempio, è possibile modificare la dieta del proprio animale per controllarne il peso, per trattare il diabete, le malattie renali, per risolvere e prevenire problemi digestivi, per supportare la mobilità e la funzione articolare in cani o gatti che soffrono di osteoartrite (come Confis Ultra®).

 

In commercio sono tante le proposte alimentari del pet food, ma non è sempre possibile ricorrere a una dieta generica: ci sono cani e gatti affetti da problemi metabolici acuti e cronici (come il diabete, problemi pancreatici, problemi renali), che richiedono un’alimentazione specificatamente formulata.

 

Partiamo da una suddivisione generica: i mangimi per animali sono composti, ossia contengono almeno due materie prime, e possono presentarsi sotto forma di:

  • mangime completo, quando la composizione è tale da renderlo sufficiente alla razione giornaliera dell’animale;
  • mangime complementare, quando deve essere associato ad altri alimenti, perché svolgono un ruolo diverso nell’alimentazione del cane o del gatto.

 

Sono mangimi complementari anche quelli che comunemente vengono considerati “integratori alimentari”.

Alimenti dietetici nei pets

 

I mangimi definiti “dietetici” hanno un ruolo centrale nella cura di cani e gatti, perché rispondono alle esigenze del loro stato di salute. Sono alimenti destinati a particolari fini nutrizionali, necessari per animali che hanno bisogno di un’alimentazione su misura perché soffrono di problemi metabolici.

I mangimi dietetici, denominati PARNUT (ossia PARticular NUTritional purposes), servono – infatti – a soddisfare un determinato fine nutrizionale, raggiunto grazie a composizioni o metodi di fabbricazione specifici.

 

In Italia non c’è l’obbligo della ricetta elettronica veterinaria per i mangimi dietetici per cane e gatto, ma è sempre raccomandato somministrarli solo quando il nostro medico veterinario lo ritenga utile.

 

I mangimi dietetici non sono mangimi medicati: questi ultimi, come indica anche il nome, sono assimilabili a farmaci e devono essere prescritti dal veterinario.

Perché e quando scegliere mangimi dietetici

La “terapia dietetica” è indicata per animali le cui funzionalità digestive, di assorbimento, di metabolismo risultano alterate momentaneamente o in forma irreversibile.

In particolare:

  • in caso di insufficienza renale cronica nei gatti e ora anche per cani adulti,
  • per la riduzione dei disturbi acuti dell’assorbimento intestinale,
  • nell’insufficienza cardiaca cronica di cani e gatti,
  • per la riduzione del rame nel fegato dei cani.

 

Ma questo tipo di alimenti sono indicati per

  • la compensazione della cattiva digestione (sono alimenti che non sovraccaricano l’apparato digerente),
  • la riduzione del rischio chetosi e dell’eccesso di peso corporeo,
  • per periodi di convalescenza per favorire la ripresa nutrizionale.

 

I mangimi dietetici “complementari”

I mangimi dietetici possono essere completi (come ad esempio, quelli che presentano l’indicazione “renale”, o “intestinale”) oppure complementari.

Gli alimenti dietetici complementari devono essere aggiunti al pasto quotidiano di cani e gatti e rispondono a specifici bisogni nutrizionali.

 

L’etichettatura di questo tipo di mangimi, oltre a garantire tracciabilità e controlli, fornirà eventuali prescrizioni aggiuntive e indicherà anche le istruzioni per un uso corretto rispetto alla razione giornaliera.