Come preparare un discorso in pubblico e iniziare un discorso di successo

Come preparare un discorso in pubblico e iniziare un discorso di successo

02/01/2020 Off Di Rosa Fabiani

Quante volte a scuola, all’università o a lavoro ci siamo ritrovati davanti ad un pubblico pronto ad ascoltare quello che avevamo da dire? C’è chi in questi casi riesce ad essere un vero oratore, capace di coinvolgere la propria platea. Ma spesso può capitare che il discorso risulti essere invece troppo noioso per chi sta ascoltando e non capace di attirare l’attenzione. In questo modo si rischia di vanificare il lavoro svolto a causa di una scarsa capacità oratoria dovuta ad una mancata preparazione della propria esposizione.

Un discorso senza una struttura e in particolare senza un inizio accattivante capace di conquistare l’ascoltatore rappresenta sicuramente uno svantaggio per chi parla. Pertanto è necessario adottare delle tecniche per migliorare le proprie esposizioni in modo da renderle avvincenti e far passare il proprio messaggio nel miglior modo possibile.
In questo articolo vedremo come iniziare un discorso e come prepararlo per ottenere buoni risultati.

Cosa fare prima del discorso

Partiamo quindi da ciò che è necessario fare prima del discorso. In questa fase è fondamentale prepararsi al meglio e quindi come primo passo bisogna individuare il target a cui ci si riferisce. In particolare bisogna prendere in considerazione le dimensioni del pubblico, sapendo che avere 15 persone davanti non sarà certamente come averne 300. Nel primo caso infatti sarà molto più semplice esporre il discorso mantenendo viva l’attenzione poiché si potrà magari contare sul coinvolgimento diretto del pubblico, ad esempio con delle domande.
Nel secondo caso invece può essere necessario interpellare il pubblico con sondaggi per rendere una platea molto ampia più attiva.

Il discorso, come abbiamo già detto in precedenza, deve arrivare al maggior numero di persone, pertanto è necessario che sia semplice e chiaro. Ovviamente molto dipende dalle conoscenze degli ascoltatori che se sono specializzati sull’argomento che si sta esponendo hanno già abbastanza conoscenze per capire il contenuto. Invece nel caso in cui la platea è formata da persone che non conoscono l’oggetto dell’esposizione sarà necessario un’introduzione ad esso efficace e diretta.

Preparare il contenuto del discorso

Passiamo ora invece a capire come preparare il contenuto dell’esposizione. Uno dei fattori che possono sicuramente aiutare è quello di preparare una serie di domande a cui fornire delle risposte durante il discorso. In questo modo sarà possibile determinare una struttura chiara con tutti i punti da toccare.

Un altro elemento di preparazione è rappresentato dall’esercizio. È possibile allenarsi da soli, ma se si ha la possibilità di disporre di un piccolo pubblico è sicuramente meglio, in maniera tale di conoscere l’opinione di chi ascolta e nel caso migliorare eventuali errori o controllare i tempi dell’esposizione e capire se rientrano nei limiti prefissati.

Come iniziare un discorso

Andiamo a vedere ora come iniziare un discorso (l’esperienza di Massimiliano Cavallo può essere molto utile in merito) nel miglior modo possibile. L’introduzione rappresenta sicuramente una parte fondamentale dell’esposizione. È questo infatti il miglior momento per catturare l’attenzione e pertanto deve essere preparata adeguatamente. Per cui è necessario seguire delle tecniche specifiche che possono rendere il discorso immediatamente gradevole come ad esempio partire con una storia o un aneddoto simpatico e accattivante oppure iniziare con un video avvincente sull’argomento da esporre.

Tra i vari metodi che si possono adottare c’è poi anche quello di rivolgere delle domande dirette alla platea. La presentazione però non deve essere il centro del discorso ma deve semplicemente integrarlo. È importante quindi che abbia comunque una durata limitata per poi passare al punto centrale dell’esposizione.

Il supporto di alcuni strumenti

Per attrarre l’interesse durante il discorso può essere utile usufruire dei tanti strumenti offerti dalla tecnologia. Ad esempio dispositivi come lavagne luminose o computer portatili possono facilitare notevolmente il proprio compito. Nel caso in cui non si dispone di questi strumenti si può comunque ricorre a strumenti classici come la lavagna o le bacheche di sughero.