Quanto costa installare delle zanzariere

Quanto costa installare delle zanzariere

19/03/2021 Off Di Rosa Fabiani

Preventivo zanzariere: tutto quello che c’è da sapere

Le zanzariere si rivelano essere fondamentali soprattutto nel periodo estivo, quando bisogna iniziare a proteggersi dal rischio che entrino in casa le temute zanzare.
Capita spesso però di abbandonare sul nascere l’idea di istallarle in quanto si hanno nella propria abitazione delle finestre dalle dimensioni irregolari oppure non si riesce a trovare un modello standard che si adatti al meglio all’abitazione.
La soluzione in questi casi, viene offerta dalle zanzariere su misura che in linea di massima non presentano mai un costo troppo elevato.

Quale tipologia di zanzariera scegliere?

Per capire quale sia la zanzariera più in linea con lo stile della propria casa occorre in primis sapere quali e quanti tipologie esistono in commercio, per comprendere quale modello si adatta meglio all’abitazione. Tale sistema inoltre potrà essere istallato in diverse versioni ovvero in maniera definitiva, mobile, per verticale o laterale.
Quando si acquista questo prodotto occorre poi tenere in considerazione l’utilizzo che ne verrà effettuato perché se si prevede di usarlo abitualmente sarebbe preferibile optare per delle zanzariere mobili mentre nel caso in cui gli infissi delle finestre non avessero le dimensioni standard sarà fondamentale scegliere una zanzariera su misura.
Tra i vari modelli è possibile optare per le zanzariere: scorrevoli, magnetiche e plissettate.
Le zanzariere scorrevoli sono le più conosciute e utilizzate in quanto presentano una struttura semplice e classica.
Al contempo si rivelano piuttosto robuste soprattutto verso l’esposizione agli agenti esterni e hanno il vantaggio di poter essere rimosse velocemente. Nel momento dell’istallazione si potrà scegliere poi fra la direzione verticale o orizzontale dei pannelli.
Le zanzariere magnetiche invece si presentano resistenti e pratiche e vengono montate con estrema facilità. Riescono a tenere lontani i fastidiosi insetti senza dover impiegare il minimo sforzo.
Il prodotto in questione è dotato di due calamite posizionate agli estremi della struttura per chiuderle e aprirle con un unico gesto.
Le zanzariere plissettate infine, occupano uno spazio minimo in quanto possono essere chiuse come una fisarmonica, scomparendo alla vista in modo quasi definitivo.
Riescono a scorrere in modo silenzioso e fluido e risultano pratiche e comode soprattutto per terrazze e balconi.
Questo modello di zanzariera viene considerato a tutti gli effetti il più moderno perché si adatta a numerosi tipi di ambienti domestici.

Costo relativo all’istallazione delle zanzariere

Le zanzariere su misura presentano un costo diverso a seconda della qualità dei materiali impiegati, della loro tipologia e delle dimensioni.
Il modello considerato più economico è sicuramente quello magnetico e il prezzo tende a partire dai sette euro per arrivare ad un massimo di 35 euro.
Le zanzariere per le finestre scorrevoli invece si collocano nella fascia intermedia e prevedono una spesa complessiva che va dai 25 euro fino a 60 euro per metro quadro.
Le più costose infine sono le zanzariere plissettate con una media di 80 euro e punti che toccano anche i 200 euro.
Ad incidere sul prezzo sono oltre al modello scelto anche le misure dello spazio disponibile in cui il dispositivo dovrà essere istallato.
Al costo complessivo andrà aggiunto poi l’importo per l’istallazione soprattutto se si sceglie di optare per dei professionisti specializzati nel settore.
Istallare un qualsiasi modello di zanzariera permette comunque di avere delle ricadute positive non soltanto evitando che gli insetti entrino in casa ma favorisce anche il ricambio naturale dell’aria soprattutto durante il periodo estivo. In questo modo si limita l’utilizzo del condizionatore, risparmiando contestualmente denaro e energia elettrica.
Acquistando le zanzariere infine è possibile detrarre la spesa relativa al costo d’acquisto per un importo pari al 50% appunto perché garantisce un consumo di risorse molto più contenute rispetto ai tradizionali mezzi utilizzati per rinfrescare la casa d’estate.