Posta certificata? Sempre più italiani la usano

Posta certificata? Sempre più italiani la usano

09/01/2020 Off Di Marco Gastaldi

Secondo l’Agenzia per l’Italia Digitale sarebbero circa 8,5 milioni le persone che utilizzano la PEC, la posta certificata, un indirizzo di posta elettronica con valore legale, che per alcune figure professionali, aziende e Partite Iva è anche obbligatoria.

Questi numeri sono da intendere per caselle attive e non per numero di utenti, a partire dal 2017 c’è stato un incremento del 9% di attivazioni della PEC con un aumento dell’11% del traffico con scambio di messaggi.

Nonostante un primo scetticismo, pare che la posta elettronica certificata sia entrata a far parte delle dinamiche quotidiane di moltissimi italiani o che, quanto meno, venga presa in considerazione come possibile alternativa.

A utilizzarla di più sono le professioni giuridiche d’impresa e coloro che si occupano degli interscambi di documenti con enti pubblici e studi professionali.

Posta certificata Aruba, il servizio più usato in Italia

Il leader assoluto nel settore sul mercato italiano è Aruba con ben oltre 5 milioni di caselle Pec attive, a cui si aggiungono poi le altre 3,5 milioni di vari provider.

Le analisi dell’utenza della posta certificata Aruba ha evidenziato alcuni dati interessanti: negli ultimi anni sono sempre di più i privati che hanno deciso di attivare una PEC, il motivo è legato alla comodità e alla certezza di inviare e ricevere comunicazioni legalmente valide, andando a sostituire le raccomandate con ricevuta di ritorno.

A piacere è anche il fatto che oltre al piccolo contributo per attivare la casella PEC con rinnovo annuale, non ci sono altri costi, per cui spedire dei documenti o delle comunicazioni con posta certificata è sicuramente più economico e vantaggioso.

Le statistiche di Aruba mostrano come, in termini geografici, sia la Lombardia la regione con più caselle attiva, circa 670mila, seguita subito dopo dal Lazio con 650mila e la Campania con 477mila attivazioni. A seguire ci sono la Sicilia (422.745), la Puglia (382.619) e il Veneto (372.198)

Per quanto riguarda la tipologia di clienti Aruba con PEC, il 21% sono ditte individuali, il 32% aziende, il 39% utenti privati e l’8% liberi professionisti con Partita Iva.

Per chi è obbligatoria la PEC?

La posta elettronica certificata è diventata un obbligo per imprese e professionisti dopo l’avvenuta conversione del Decreto Legge 179/2012 in Legge 221/2012, ma quali sono le categorie obbligate alla PEC?

I soggetti che devono aderire obbligatoriamente alla PEC sono le imprese, le pubbliche amministrazioni, le ditte individuali e gli artigiani, i professionisti iscritti in albi ed elenchi.

La PEC è un sistema di controllo e certificazione dei dati trasmessi ed è quindi importante e fondamentale sia per i soggetti pubblici che privati e va distinta dai comuni account tradizionali di posta elettronica.

Pe imprese che non intendono adeguarsi e attivare una casella di posta certificata sono soggette a sanzioni che possono arrivare fino a un massimo di 1032 euro.

In particolare, le nuove imprese devono aprire una PEC poiché è necessaria per l’iscrizione dell’attività al registro delle imprese, in sua assenza è impossibile registrarsi.

Le aziende che sono già state costituite devono solo segnalare al registro delle imprese la PEC connessa alla propria attività, stessa cosa per le ditte individuali, mentre artigiani e professionisti ne hanno l’obbligo solo al momento dell’iscrizione a un ordine, in caso contrario è possibile evitare di attivare la posta elettronica certificata.

Conviene attivare una PEC per uso privato?

Poiché i costi di attivazione di una PEC sono molto bassi, come quelli di Aruba, attivarne una per uso privato è conveniente, soprattutto se si vuole usufruire di un servizio sicuro e certificato da utilizzare al posto delle classiche raccomandate o altri tipi di comunicazioni cartacee.

Il costo irrisorio, il fatto che le mail arrivano in tempo reale e che viene rilasciata una ricevuta che conferma l’invio e, in alcuni casi, anche la conferma di lettura, sono tutti fattori che rendono la PEC assolutamente conveniente.