Riciclerie a Milano: cosa sono e dove trovarle

Riciclerie a Milano: cosa sono e dove trovarle

31/01/2020 Off Di Rosa Fabiani

Le riciclerie sono aree attrezzate e custodite in cui poter portare alcuni materiali considerabili rifiuti, che vengono riciclati o avviati al corretto smaltimento.

A Milano è possibile trovarne 5, collocate in punti diversi del territorio comunale. Nel caso delle riciclerie milanesi, si tratta di punti di raccolta differenziata gestiti da AMSA (Azienda Milanese Servizi Ambientali).

In ciascuna ricicleria milanese sono davvero molti i materiali che i cittadini possono portare, tuttavia non sono ammessi rifiuti indifferenziati, non trattandosi di una discarica Milano.

 

Quali materiali sono accettati nelle riciclerie di Milano

Nei centri di riciclo di Milano gestiti dall’AMSA, i materiali riciclabili o smaltibili vengono suddivisi in varie categorie. Ecco quindi di seguito l’elenco delle tipologie di rifiuti accettate:

  • Rifiuti ingombranti: questa classificazione include alcuni oggetti che è possibile portare al massimo per 1 volta al mese da ciascun utente, nella quantità di 8 pezzi alla volta. Va precisato però che in tale categoria rientrano anche le sedie, e che ogni 5 sedie vengono considerate 1 pezzo. Oltre alle sedie, gli altri rifiuti che riguardano tale classificazione sono:
    • Mobili: tavoli, armadi, divani, reti per il letto, materassi, oggetti di arredo, poltrone…
    • Rifiuti di dimensioni voluminose non prodotti all’interno delle abitazioni: biciclette, canotti, e altri tipi di rottami.
    • Rifiuti voluminosi derivanti da piccole attività di ristrutturazione: moquette, tapparelle, finestre, porte, ecc.
  • Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE): si suddividono in più sottocategorie. Alla sottocategoria R1 appartengono i surgelatori, i frigoriferi, i congelatori, ecc. Della sottocategoria R2 fanno parte le lavatrici, le lavastoviglie, gli scaldabagni, i piani cottura, i forni, ecc. Per R3 si intende invece i monitor e i televisori. In R4 rientrano i piccoli elettrodomestici e i prodotti di elettronica di consumo (come gli smartphone, i computer, le calcolatrici, le console per videogiochi, i lettori DVD, ecc.), tranne monitor e televisori, già inclusi in R3. Infine, per R5 ci si riferisce alle sorgenti luminose a basso consumo, o ad alcune luci al neon (dalle dimensioni massime di 2 metri). A seconda delle sottocategorie, ci sono precise istruzioni:
    • Nel caso di R1, R2 ed R3: è consentito portare 1 solo pezzo per tipologia alla volta, per un massimo di 1 volta al mese per ciascun utente.
    • Nel caso di R4 e R5: è ammesso portare un massimo di 10 pezzi per tipologia alla volta, per un massimo di 1 volta al mese per ciascun utente.
  • Rifiuti inerti (non riutilizzabili o riciclabili): un massimo di 5 sacchi, secchi o pezzi alla volta, per un massimo di 1 volta al mese per ogni utente.
  • Rifiuti vegetali come sfalci (erba tagliata) e potature: sono ammessi in tutte le riciclerie di Milano tranne in quella di via Corelli. Non ci sono limiti di quantità che è possibile portare, ma si può farlo per un massimo di 2 volte al mese per utente.
  • Carta, cartone, vetro, plastica, metalli: in questo caso non vi è limite alcuno. Possono essere portati in questo centro in qualsiasi quantità, e ogni volta che lo si desidera.
  • Vetro in lastre (soltanto nella ricicleria di via Lombardi): non c’è alcun limite anche in questo caso, sia per la frequenza con cui viene portato che nelle quantità.
  • Ferro (piccoli oggetti o pezzi di mobili): nessun limite di frequenza e quantità.
  • Legno (cassette, pezzi di mobili, e assi): nessun limite di frequenza e quantità.
  • Pile ed accumulatori portatili: nessun limite di frequenza e quantità.
  • Prodotti o contenitori che sono etichettati con il simbolo T o il simbolo F (o entrambi), e le pitture in genere: è possibile portarne un massimo di 5 pezzi alla volta, per un massimo di 1 volta al mese.
  • Batterie dell’auto: è possibile portare un massimo di 2 pezzi alla volta, con la frequenza massima di 1 volta al mese.
  • Oli alimentari esausti (come l’olio usato per friggere): è possibile portare un massimo di 5 litri di prodotto alla volta, per un massimo di 1 volta al mese.
  • Toner stampanti e cartucce esauste: è possibile portare un massimo di 3 pezzi alla volta, per un massimo di 1 volta al mese.
  • Pneumatici: accettati solo nella ricicleria in via Lombardi. È possibile portare un massimo di 5 pezzi alla volta, con la frequenza massima di 1 volta ogni 6 mesi.

Come già evidenziato nell’introduzione, ciascuno di questi centri non è una discarica Milano, ma un luogo predisposto a gestire i vari rifiuti appena elencati, per riciclarli o prepararli allo smaltimento nel modo corretto.

 

Informazioni utili sui servizi delle riciclerie milanesi

L’accesso alle riciclerie milanesi è gratuito, ed è riservato ai cittadini residenti a Milano muniti di veicoli privati o furgoni a noleggio (con la documentazione del noleggio).

Prima di portare in ricicleria i materiali elettronici come computer, telefonini o tablet, viene richiesto di cancellare tutti i dati presenti al loro interno.

Gli orari di apertura delle riciclerie milanesi sono i seguenti:

  • Da lunedì a sabato dalle 8 alle 19
  • Domenica dalle 8 alle 15.

Ecco di seguito gli indirizzi in cui è possibile trovare le riciclerie a Milano:

  • Via Olgettina 35
  • Via Corelli 37/2
  • Piazzale delle Milizie 1/1
  • Via Pedroni 40/1
  • Via Riccardo Lombardi 13.