Visitare il Parco Nazionale del Gran Sasso, cosa fare per trascorrere il tempo libero

Visitare il Parco Nazionale del Gran Sasso, cosa fare per trascorrere il tempo libero

20/01/2020 Off Di Marco Gastaldi

Il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga è nato nel 1991 ed è tra i più grandi d’Italia grazie ai suoi 141.341 ettari di superficie, include 44 comuni e tre gruppi montuosi.

A nord ci sono i Monti della Laga, a nord-est i Monti Gemelli e a sud la catena del Gran Sasso, ci sono 20 cime che superano i 2.000 metri di altezza formando 50 km di cresta fatta di vette con al centro il massiccio del Gran Sasso.

Alle pendici del Gran Sasso c’è l’altopiano di Campo Imperatore, conosciuto anche come “piccolo Tibet”, un luogo incantevole, scelto da numerosi registi come location per film italiani e internazionali.

Se avete deciso di visitare questo bellissimo parco e trascorrere qualche giorno in totale relax lontano dal caos cittadino, vi sarà utile sapere quali sono le attività che è possibile fare nel tempo libero e le località più belle da visitare.

Il Corno Grande

È la vetta più alta dell’Appennino, raggiunge i 2912 metri di altezza ed ospita il Calderone, l’unico ghiacciaio appenninico. Da qui è possibile godere di una vista panoramica unica, inoltre, il territorio nasconde tesori naturali e culturali meravigliosi tutti da scoprire. È il luogo ideale per chi ama fare escursioni, passeggiate e trekking.

Castello di Arquata del Tronto

Se amate la storia e la cultura dovete visitare il bellissimo e suggestivo Castello di Arquata del Tronto, uno dei siti più belli del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. Questa rocca risale al XIII secolo, nel corso degli anni è stata ristrutturata e modificata, a caratterizzarla son le torri che si innalzano per l’intero territorio.

È possibile fare una visita al castello per scorgerne le bellezze antiche e la storia, la scelta ideale per trascorrere qualche ora in relax, passeggiando per l’intera area.

Amiternum

È uno dei più bei siti archeologici del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, città fondata dai Sabini , oggi è possibile ammirare le rovine. Chi è appassionato di arte e di storia amerà trascorrere un po’ di tempo in questo luogo, famoso anche per essere la città natale di Sallustio, importante storico politico romano.

Stazione osservativa di Campo Imperatore

Stazione osservativa di Campo Imperatore è un centro di osservazione astronomica nato nel 1965 come parte dell’osservatorio astronomico di Roma.

Oggi è ancora usato per svolgere attività di ricerca scientifica ed è gestito dall’Osservatorio astronomico d’Abruzzo. È possibile prenotare una visita guidata al suo interno, per conoscere le modalità vi suggeriamo di visitare il sito ufficiale della struttura.

Alla scoperta di foreste e sentieri

Il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga è ideale per chi ama esplorare boschi e foreste, tra alberi altissimi e tronchi secolari, passeggiare e fare trekking in queste zone sarà divertente e avventuroso. A seconda dell’altitudine e dell’area scelta da visitare sarà possibile scoprire fauna e vegetazioni diverse.

Quando andare nel Parco del Gran Sasso

Ogni stagione è quella giusta per visitare il Parco del Gran Sasso, se amate sciare sicuramente l’inverno vi offrirà delle bellissime piste da scii, mentre l’estate è la stagione ideale per fare escursionismo e immergersi nel verde della natura.

In particolare, suggeriamo i mesi estivi di luglio e agosto per avventurarsi tra le montagne del Parco, poiché le perturbazioni sono inferiori rispetto agli altri dell’anno.

Il Parco del Gran Sasso e monti della Laga è molto esteso, per accedervi suggeriamo di arrivare a Campo Imperatore o a Prati di Tivo.

Infine, se state cercando una soluzione per dormire, potete soggiornare in una delle tante strutture ricettive presenti all’interno del vasto territorio.